News ed eventi

Giornata della luce: pericolo d’incidenti spesso sottovalutato al buio

Per la giornata della luce del 3 novembre, l’UPI ricorda a pedoni e ciclisti l’importanza di indossare vestiti luminosi, elementi riflettenti e montare delle luci.

Peggiore è la visuale, più è importante rendersi visibili: questo è il principio per una maggiore sicurezza quando le giornate si accorciano.

 

Ogni anno 65 persone muoiono spostandosi a piedi o in bicicletta e 1’380 riportano ferite gravi. Chi si muove a piedi o in bicicletta spesso sopravvaluta la propria visibilità, soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione e col maltempo.

 

La persona vede i veicoli degli altri utenti della strada e pensa di essere vista dai conducenti. È un’illusione.

 

Nella circolazione stradale, con il buio il rischio d’incidente è due volte superiore rispetto al giorno.

 

Cinque volte più visibile usando materiale riflettente

Chi indossa vestiti chiari è 2 volte più visibile rispetto a chi indossa vestiti scuri. La visibilità aumenta di 3 volte, usando materiale riflettente e persino di 5 volte portando elementi riflettenti ai polsi e alle caviglie.

 

Nel suo video, che trovate qui in fondo, l’Ufficio prevenzione infortuni (UPI) mostra gli effetti positivi sulla visibilità quando si usa vestiti chiari, materiale riflettente e luci. Questo vale sia per chi si sposta a piedi sia per chi usa un monopattino, uno skateboard e simili.

 

Accendere la luce su bicicletta e bici elettriche

Oltre alle luci, le bici e le biciclette elettriche dovrebbero essere munite anche di materiale riflettente. In caso di scarsa visibilità e buio è persino obbligatorio accendere una luce bianca anteriore e una rossa posteriore.

 

Dal 1° aprile, inoltre, tutte le bici elettriche sono tenute a circolare con la luce accesa anche di giorno.

 

In occasione della "Giornata della luce" del 3 novembre, l’UPI mette in risalto l’elevato guadagno in materia di sicurezza per chi si rende ben visibile. In tutta la Svizzera saranno esposti i manifesti con l’evidenziatore.

 

La polizia e Pro Velo sensibilizzano in particolare il traffico lento, quindi anche i pedoni. La campagna "Spicca nel buio, fatti vedere" sarà inoltre presente in selezionate stazioni ferroviarie e sui media online.

 

I consigli più importanti per essere ben visibile

  1. Bicicletta, bici elettriche, moto, a piedi: indossa vestiti chiari ed elementi riflettenti
  2. Monta luci e materiale riflettente alla bici
  3. Auto, moto, bici elettriche: circola con le luci accese e tieni puliti i fari
  4. Monopattino, skateboard ecc.: di notte o in condizioni di scarsa visibilità usa delle luci

Trovi ulteriori consigli e informazioni su upi.ch/visibili.

 

La campagna finanziata dall’UPI è un'iniziativa del Gruppo di lavoro «Sicurezza tramite la visibilità». I membri del gruppo sono l’UPI, il Touring Club Svizzero (TCS), la Comunità di lavoro dei Capi di Polizia della Circolazione della Svizzera e del Liechtenstein (CCCS), le istruttrici e gli istruttori del traffico della Comunità di lavoro dei Capi di Polizia della Circolazione della Svizzera e del Liechtenstein nonché Pro Velo Svizzera. Gli adesivi riflettenti sono finanziati dal Fondo per la sicurezza stradale (FSS).

Foto: UPI

Mercoledì 2 Novembre 2022Ritorna
 

Torna su